PROSSIMO APPUNTAMENTO:
PERSONA & ORGANIZZAZIONE
25 anni di Emme Delta
 

25 anni emme delta

 

Emme Delta ha il piacere di festeggiare questo importante anniversario con le persone con cui ha collaborato efficacemente e con le quali è cresciuta in competenze e professionalità.

Persone&Conoscenze.

Quando : 6 Ottobre 2017

Dove: UNA Hotel, Modena

leggi tutto                              

Ripensare le organizzazioni - #macosacentranoipesci

bancodipesci

Rimaniamo sempre affascinati nel vedere le immagini dei banchi di pesci; un gruppo polarizzato in cui tutti gli individui nuotano paralleli tra loro, mantenendo una distanza fissa e cambiando velocità e direzione all’unisono, comportandosi come un grande, singolo organismo.
 
Fredrix Laloux¹, ha coniato il termine teal organization in onore di un altro gruppo polarizzato, quello delle anatre che si muovono sfruttando le correnti dell’aria in gruppo mantenendo la rotta prefissata, per indicare l’evoluzione delle strutture organizzative che dovranno reggere l’impatto con l’accelerazione.
 
Stiamo infatti percorrendo a grandi balzi un’epoca che ci porterà in pochissimi anni a una trasformazione epocale, il movimento di queste trasformazioni è parabolico e siamo già a metà dell’asse delle X; all’impennata della parabola.
 
Thomas L. Friedman nel suo libro “Grazie per essere arrivato tardi”² chiama questa accelerazione esponenziale la "supernova", uno spostamento di paradigma che coinvolgerà organizzazioni, individui e organizzazioni sociali.
Immaginiamoci il futuro in cui le macchine sopprimeranno milioni di posti di lavoro, dove i big data potranno fornirci in tempi rapidissimi analisi, proiezioni, ipotesi cliniche, dove ci potremo avvalere della professionalità di persone che vivono dall’altra parte del pianeta, che attraverso prototipi stampabili in 3D potranno concorrere in modo paritario all’innovazione planetaria. Un mondo in cui non sarà necessario “andare” a lavorare, per lavorare, dove non si cercherà il posto fisso, ma un lavoro sicuro, e dove ciascuno sarà imprenditore di sé stesso e dei suoi talenti.

Nell’era dell’accelerazione dovremo sviluppare nuovi talenti e coltivare precise competenze:

  • La competenza di saper manovrare la macchina: sarà sempre più necessario saper stare connessi, muoversi nella complessità e nel mondo globale senza però perdere di vista i movimenti di una finanza che esclude e di una natura che soffre.

  • La capacità di porsi delle buone domande e fare buone ipotesi per orientarsi nei big data della conoscenza globale, quindi serendipity, pensiero laterale e multitasking.

  • Nel momento in cui la conoscenza sarà open source, nella rete e disponibile, si dovrà puntare a ciò che non potrà essere sostituito perché umano, cioè la relazione, con il cliente, nel team, con l'utente, tra e con i cittadini.

  • Sarà anche sempre più importante sapere dove si vuole andare quindi focalizzarsi sul sistema di valori individuali, collettivi e aziendali che permettono di ancorarsi all’interno del ciclone della supernova per non rimanerne travolti.

 
Dal punto di vista organizzativo sarà necessario sviluppare un nuovo tipo di organizzazione come quello proposto da Fredrix Laloux nel libro “Reinventing Organizations”³; la Teal organization: un'organizzazione che richiama maggiormente il comportamento naturale della persona con tutte le sue qualità tra cui l’intelligenza emotiva e intelligenza relazionale.
 
Il tradizionale modo di concepire l’organizzazione con la sua struttura gerarchica, la declinazione dei poteri decisionali, i sistemi di incentivazione, i processi di controllo e supervisione, sono stati assunti infatti come risposta ad alcuni presupposti sulla natura umana:

  • i lavoratori sono tendenzialmente pigri e devono essere controllati;
  • sono interessati solo al denaro e si attivano solo in vista di una ricompensa;
  • pensano solo ai propri interessi e non a quelli dell’azienda;
  • non sono in grado di prendere decisioni autonome e quindi devono essere guidati e gestiti da capi.


Le organizzazioni studiate da Laloux invece partono da assunti molto diversi, e quindi non deve stupire se hanno sviluppato modelli di management radicalmente differenti; sono caratterizzate da tre ingredienti sempre presenti, anche se in misura differente:
 
1)    L’adozione di forme avanzate di autogestione e auto-organizzazione
2)    La valorizzazione della persona nella sua interezza (wholeness)
3)    La presenza di uno scopo aziendale evolutivo condiviso
 
Nella teal organization la gerarchia ha un’importanza sempre minore e la leadership è richiesta a livelli più diffusi.
 
Nel modello organizzativo consolidato avevamo poca conoscenza nelle mani di poche persone, ma oggi assistiamo a fenomeni in cui la conoscenza è alla portata di milioni di persone.
Ciò implica un’organizzazione in cui la leadership e la conoscenza dovranno essere diffuse in tutta l'organizzazione per muoversi all’unisono con elevato sincronismo e veloce capacità di adattamento al contesto.
 
Bisogna però essere disponibili a mettere in discussione i paradigmi culturali e i modelli consolidati e universalmente noti che, nel passato, hanno portato successo, ma che nel vicinissimo futuro non potranno reggere con la complessità e velocità di cambiamento.
 
Siamo agli albori di questo fenomeno emergente; ci sono aziende che hanno già iniziato ad innovare in questo campo.
I leader che vogliono creare nuovi tipi di organizzazioni non dovranno perciò partire da un foglio bianco, ma potranno trarre ispirazione dai pionieri perché la rete, la connessione, la comunicazione e l’open source sono già nel presente.
 
Da 25 anni EMME DELTA CONSULTING lavora a fianco delle imprese per capitalizzare le persone, per far sì che esse, con le loro potenzialità talenti siano considerati quale il vero capitale dell'impresa.
 
¹ https://www.linkedin.com/in/frederic-laloux-108174/?ppe=1
² http://www.librimondadori.it/libri/grazie-per-essere-arrivato-tardi-thomas-l-friedman
³ http://www.reinventingorganizations.com/